HOME / BLOG

Parola alla dottoressa Stancari: Ortodonzia trasparente

Mar 13, 2024 | Apparecchio Invisibile, Ortodonzia

Riepilogo articolo

Di solito che età hanno i suoi pazienti ortodontici?
Gli allineatori sono funzionali?
Allineatori o apparecchio metallico?
Affidati ad un professionista

Richiedi informazioni

Valeria Stancari, originaria di Bologna, città nella quale si è laureata, è un medico chirurgo specializzato in Medicina Interna e Odontostomatologia, dopodiché ha conseguito un master in Ortodonzia. Opera principalmente nella clinica Colosseum di Reggio Emilia, ma anche nei centri di Bologna, Carpi e Rimini. In questo secondo appuntamento parleremo di Ortodonzia trasparente.

Dottoressa, di solito che età hanno i suoi pazienti ortodontici?

Rispetto ad una volta adesso chiaramente si lavora tantissimo con gli adulti per risolvere delle problematiche estetiche. L’avvento degli allineatori ha invitato gli adulti che magari da giovani avevano perso “l’appuntamento” con l’ortodontista a farsi trattare per migliorare l’allineamento dei denti; con degli ottimi risultati devo dire.

Lei considera gli allineatori più o meno funzionali dell’ortodonzia tradizionale?

Gli allineatori sono senz’altro molto più funzionali e confortevoli per il paziente; non danno luogo ad urgenze e a problemi di sorta nel corso del trattamento, inoltre facilitano molto l’igiene orale dato che si tolgono durante i pasti. Tutto ciò vale a patto che siano rispettate le indicazioni del medico.

Ma sono altrettanto efficaci dell’apparecchio metallico?

La loro efficacia dipende in primo luogo dal dottore. Quello che dico può sembrare un eccesso di vanità, ma è indubitabile che il risultato finale dipende molto dalla preparazione professionale di chi usa gli allenatori; con gli allenatori si possono correggere molte cose, un semplicissimo affollamento o diastema, oppure, se si è in grado perché si è studiato, si possono correggere malocclusioni anche molto importanti. Naturalmente bisogna conoscere bene lo strumento. Io specifico sempre al paziente che, quando si fanno le simulazioni digitali a partire dalle immagini catturate con lo scanner, si tratta di proiezioni fatte con algoritmi, ma che quando comincerà la terapia il piano il trattamento non lo farà il computer, ma sarà il medico a farlo sulla base delle sue conoscenze.

Invece in effetti a volte viene trasmesso il messaggio che “tanto fa tutto il computer/programma”.

Esattamente. Dico queste cose perché, soprattutto negli ultimi tempi, stiamo assistendo ad un fiorire di allineatori non meglio identificati che vengono proposti anche a prezzi molto bassi. Con la promessa di risolvere tutto. E questo ovviamente è un po’ una mistificazione commerciale; il paziente dovrebbe stare attento perché è chiaro che, esattamente come succede per l’Ortodonzia fissa con apparecchi metallici, chi esegue la terapia deve possedere delle precise conoscenze in Ortodonzia. Insomma, è meglio diffidare da chi s’improvvisa.